Il Palio di Vico

L’anno 2018 scandisce il primo Lustro Storico di questa manifestazione. Oggi dopo cinque anni di messa a punto organizzativa il Palio di Vico è forte di un progetto ben rodato e di diverse migliorie dettate dall’esperienza acquisita in questi anni di lavoro attivo ed incessante. Questa manifestazione nasce per essere del Popolo di Ronciglione ed è forse per questo che è da subito stata amata ed è entrata nel cuore di molti.

Il lavoro di questo Palio oltre all’aggregazione sociale ed alla generazione di una divertente e coinvolgente piattaforma ludica per persone di tutte le età è anche un prestigioso volano turistico che pone il Lago di Vico e la Città di Ronciglione all’attenzione di tutti nell’ultimo week end di Luglio, quando la contesa entra nel vivo ed i giorni del Palio si compiono attraverso i consueti rituali coinvolgendo in parte attiva migliaia di persone.

Non per ultimo l’aspetto sportivo che vede impegnati circa centoquaranta atleti ogni anno suddivisi in quattro categorie. Uomini under 16 / Uomini under 18/ Donne Open/ Equipaggi ufficiali (Uomini Open).

Nel 2018 il Palio di Vico inizia il suo percorso di affiancamento al CONI attraverso la FICSF (federazione italiana canottaggio sedile fisso) . Il progetto per una nuovissima scuola di voga è già stato presentato e si attende l’attribuzione di uno spazio adeguato a sostenere questa prestigiosa iniziativa per il paese che vede coinvolti moltissimi ragazzi nella pratica del canottaggio da sedile fisso.

A concludere il progetto per il 2018 c’è il restauro e la messa in acqua di una motolancia della Nave scuola Amerigo Vespucci che ospiterà le selezioni dei migliori atleti per la voga a dieci portando per la prima volta una disciplina marinara nelle acque di Vico.

Il Presidente

Marco Petruccelli.