Le sue Vie Rinascimentali e Barocche

La parte rinascimentale e barocca di Ronciglione è caratterizzata da eleganti palazzi con pregiati stucchi e stemmi dalle cui finestre si intravedono pareti affrescate e antichi soffitti a cassettoni. Una zona che richiama alla memoria un periodo straordinario per Ronciglione, che conobbe una vera e propria svolta con l'arrivo della famiglia Farnese: era il 1537, quando papa Paolo III sancì la nascita del Ducato di Castro e Ronciglione, fondato per il figlio Pierluigi, dando così inizio a un'epoca di grande sviluppo urbanistico, economico e culturale, che proseguì anche dopo il 1649, anno in cui papa Innocenzo X fece radere al suo Castro, decretando la fine del Ducato di Castro e Ronciglione. Questo periodo di benessere e sviluppo porterà nel 1728 all'assegnazione del titolo di città da parte di Benedetto XIII.

Quali sono i principali punti di interesse della zona rinascimentale/barocca?
"Per capire le piazze occorre frequentarle. E per frequentarle, non bisogna avere fretta. Le piazze raccontano, infatti, ma bisogna lasciargli il tempo di parlare".
(Beppe Severgnini)
Sicuramente la piazza è da sempre il luogo privilegiato di incontro: in piazza si parla, si discute di politica, di moda, di attualità, ci si aggiorna sulle novità del paese e spesso anche sui vari pettegolezzi. Ronciglione ha due piazze principali che accolgono il turista in tutta la loro bellezza e che se le osservate bene vi raccontano o fanno intuire il loro passato: Piazza Vittorio Emanuele II (Piazza della Nave) e Piazza Principe Umberto I (Piazza del Comune), proprio in quest'ultima sorgono monumenti importanti.

(Pro Loco Ronciglione)